Fratture di Mandibola e Condilo

La mandibola è l’unico osso mobile della faccia. Questa condizione è permessa grazie all’articolazione temporo-mandibolare. I condili sono le porzioni della mandibola che articolano con la base cranica al davanti del condotto uditivo esterno. Contiene l’arcata dentaria inferiore ed il nervo che da la sensibilità ai denti e al labbro inferiore. In caso di frattura si assiste alla perdita dell’occlusione dentaria (i denti non toccano correttamente), a deformità del volto, alterazioni del movimento con difficoltà a masticare e alterazione della sensibilità del labbro inferiore. I casi semplici possono essere trattati con dispositivi che bloccano la bocca. I casi complessi richiedono di trattamento chirurgico con riduzione delle fratture e stabilizzazione dei segmenti ossei con placche e viti interne in titanio. La maggior parte dei casi viene trattato mediante incisioni eseguite all’interno della bocca. Per i condili, a seconda dei casi, il trattamento va dalla sola fisioterapia per il ripristino funzionale al trattamento chirurgico con accessi cutanei estetici.