INESTETISMI DEL VOLTO E DEL COLLO

Alcuni difetti fisici del viso e del collo possono essere corretti nel rispetto dei canoni estetici del paziente  che dipendono da razza, sesso, età. E’ fondamentale che si crei un’intesa perfetta tra chirurgo e paziente per meglio calibrare le possibilità di correzione con i desideri dei pazienti.
La Chirurgia Maxillo Facciale, nello specifico, si occupa anche delle “dismorfosi mascellari” cioè dei difetti di posizione delle ossa facciali che si traducono in importanti inestetismi del volto associati a problemi masticatori, articolari e a volte respiratori.

 

Palpebre cadenti, borse, occhiaie

Per correggere difetti quali palpebre superiori cadenti, borse di grasso e occhiaie che rendono lo sguardo affaticato, invecchiando la fisionomia del volto e interferendo talvolta con un corretto campo visivo ci si avvale di una procedura chirurgica denominata “blefaroplastica”. In alcuni casi alla blefaroplastica può essere associata la cantopessi, cioè la sospensione dell’angolo laterale dell’occhio, oppure un lifting fronto-temporale con la sospensione del sopracciglio.
La blefaroplastica inferiore spesso viene eseguita per via transcongiuntivale, cioè dall’interno della palpebra, senza eseguire incisioni sulla pelle. Gli interventi vengono eseguiti ambulatorialmente in anestesia locale spesso in associazione con sedazione cosciente.

Difetti del naso

La rinoplastica consente di modificare le dimensioni del naso, cambiare la forma del dorso e della punta. Con questo tipo di intervento è possibile correggere anche difetti post-traumatici o presenti dalla nascita oltre ad eventuali problemi respiratori. Spesso alla rinoplastica estetica si può associare una settoplastica funzionale volta all’aumento del flusso aereo. Gli interventi possono essere eseguiti ambulatorialmente in anestesia locale con sedazione cosciente oppure in anestesia generale in regime di ricovero a seconda dei casi e della tipologia di intervento da eseguire. Spesso nel post operatorio è necessario tenere i tamponi nasali per circa 3 giorni, mentre un tutore termoplastico al dorso viene tenuto mediamente una settimana.

Orecchie a ventola

L’otoplastica è la procedura chirurgica che consente di modificare la forma, le dimensioni e l’attaccatura delle orecchie migliorando l’armonia del viso. Più esattamente l’otoplastica consente di riposizionare e rimodellare le orecchie prominenti (a ventola), di correggere difetti presenti dalla nascita o post-traumatici. Questi interventi vengono spesso eseguiti in giovani adolescenti. L’anestesia è locale associata a sedazione cosciente in regime ambulatoriale. Le incisioni sono nascoste dietro le orecchie e sono invisibili.

Difetti del mento

La mentoplastica, detta anche genioplastica, è un intervento che permette di modificare la verticalità, la proiezione e la centratura del mento. In chirurgia maxillo-facciale si eseguono interventi di spostamento, aumento o riduzione dell’osso. Vengono meno utilizzate le protesi. Spesso la mentoplastica viene eseguita contestualmente agli interventi di chirurgia ortognatica per definire il corretto profilo e centratura sul piano frontale. A seconda dei casi gli interventi possono essere eseguiti in anestesia locale con sedazione cosciente oppure in anestesia generale in regime di ricovero.

INVECCHIAMENTO FACCIALE – AGING

Con il fisiologico invecchiamento della faccia si assiste ad una modificazione di volume, qualità e distribuzione dei tessuti che la compongono. La pelle cambia in elasticità e spessore, l’osso si riduce, il grasso si ridistribuisce e riduce il volume, il sistema muscolo legamentoso diventa più lasso e cedevole sotto l’effetto della forza di gravità.

Leggi Tutto

DISMORFOSI MASCELLARI

Sono delle anomalie di volume e di posizione delle ossa mascellari a cui conseguono difetti estetici più o meno gravi, una scorretta occlusione dentale e a volte difficoltà respiratorie soprattutto notturne (OSAS).
Gli interventi correttivi si occupano di spostare le basi ossee mascellari con l’obiettivo di ottenere un contemporaneo miglioramento sia dell’estetica facciale che dell’occlusione dentale. Questa chirurgia può migliorare anche la respirazione e la funzione dell’articolazione temporo-mandibolare. L’approccio richiede una forte motivazione da parte dei pazienti perché i trattamenti sono complessivamente lunghi e spesso modificano l’aspetto estetico in modo considerevole. Il percorso per il paziente prevede generalmente un trattamento ortodontico in preparazione alla chirurgia della durata da qualche mese ad un anno.
I difetti dento-scheletrici di posizione sono classificati in diverse categorie.

Leggi Tutto

MEDICINA ESTETICA

Gli inestetismi del volto possono essere congeniti o acquisiti nel corso degli anni per traumatismi o stile di vita. Una recente branca della medicina che ha il compito di correggerli in modo meno cruento della chirurgia è la Medicina Estetica. Un grosso capitolo della medicina estetica è “l’anti aging” volto alla correzione dei difetti conseguenti al normale invecchiamento. Il paziente necessita di una corretta valutazione prima del trattamento, i prodotti utilizzati devono essere sicuri e di qualità eccellente, l’ambiente in cui vengono eseguiti i trattamenti deve essere adeguato e sicuro.
Spesso medicina e chirurgia estetica vengono utilizzate in modo complementare per ottenere il migliore risultato.

Leggi Tutto