Ptosi palpebrale

La ptosi è una incapacità di elevazione della palpebra superiore. Questa condizione porta ad una netta riduzione del campo visivo fino all’esclusione dell’occhio dal lato affetto. Spesso i pazienti assumono posture alterate della testa e del collo per  riuscire a fare penetrare la luce o ricercare la visione binoculare. Le cause sono perlopiù traumatiche e congenite che portano all’ipofunzione del muscolo elevatore della palpebra superiore. Il secondo caso prevede spesso una ptosi bilaterale presente nei bambini.
Gli interventi prevedono una sospensione della palpebra superiore o una riduzione o una plastica muscolare.
Possono essere eseguiti in anestesia locale, mentre in generale per i bambini. Il risultato è immediato, ma si stabilizza dopo alcune settimane. E’ importante la collaborazione con l’oculista.