Ricostruzione delle ossa della faccia e della bocca

La ricostruzione dello scheletro facciale è il presupposto per un corretto ripristino morfo-estetico e funzionale.
Le ossa della faccia hanno numerose funzioni: sostegno per i tessuti molli, contengono le orbite, il naso e le cavità paranasali, sostengono i denti e permettono la masticazione, assorbono e trasmettono le forze durante gli urti.
Le tecniche per la ricostruzione ossea sono generalmente due: innesti ossei e lembi ossei.
Gli innesti ossei prevedono un prelievo di osso dal paziente stesso (cresta iliaca, calvaria) oppure l’utilizzo di osso omologo di banca, senza il ripristino chirurgico della sua vascolarizzazione per cui richiede un processo di attecchimento.
I lembi ossei vengono prelevati sempre dallo stesso paziente, ma dove vengono posizionati si provvede al ripristino della circolazione sanguigna connettendo arterie e vene con anastomosi microchirurgiche. In questo caso il lembo guarisce come una frattura e non richiede attecchimento. Gli innesti vengono perlopiù utilizzati per ricostruzioni di piccoli difetti, per patologia benigna in assenza di difetti associati dei tessuti molli.
Negli altri casi trovano indicazione le ricostruzioni microchirurgiche.
La ricostruzione ossea della bocca deve tenere in grande considerazione la possibilità di posizionare impianti dentali per la riabilitazione protesica.