Trattamento del carcinoma del cavo orale

E’ il tumore maligno più frequente della bocca. Origina dalla mucosa della varie strutture che la costituiscono come labbro, lingua, gengiva, guancia. E’ fortemente correlato all’abitudine al fumo e all’assunzione di alcolici, ma ulteriori stimoli irritativi ripetuti nel tempo (cronici) possono predisporre per questa patologia. A volte nasce direttamente come tumore maligno, a volte come evoluzione di una lesione definita pre-neoplastica che, sottovalutata nel tempo, può dare origine al carcinoma.
Si può presentare con aspetti differenti e spesso viene sottovalutato a favore di lesioni infiammatorie, afte o problemi dentali. Questo tumore tende ad infiltrare tutte le strutture circostanti, dare metastasi ai linfonodi loco-regionali e ad organi a distanza (es. polmone).
E’ una grave patologia la cui possibilità di guarigione è fortemente correlata alla diagnosi precoce e alla tempestività del trattamento. La chirurgia ha un ruolo fondamentale nel trattamento. Nei casi avanzati richiede un trattamento multidisciplinare (chirurgico-oncologico-radioterapico). La qualità della vita dei pazienti operati è fortemente correlata alla qualità della ricostruzione (ad oggi prevalentemente microchirurgica) che deve essere sempre eseguita al tempo stesso dell’asportazione del tumore.
Molto importante è il programma di controllo dei pazienti dopo il trattamento.