Trattamento delle cisti ossee

E’ un intervento di chirurgia orale per la cui descrizione si rimanda al paragrafo relativo alle “cisti mascellari e mandibolari”.
Le cisti sono delle lesioni osteolitiche patologiche costituite da una capsula di tessuti molli a contenuto liquido in progressivo aumento di volume. La maggior parte è di origine odontogena  legate alla permanenza prolungata di infezioni croniche di denti non curati o trattati in modo incompleto, oppure alla presenza di denti inclusi (soprattutto denti del giudizio e canini).
Il trattamento è sempre chirurgico ed è importante un inquadramento diagnostico preoperatorio corretto perché possono essere confuse con i tumori ossei. La maggior parte degli interventi viene eseguito ambulatorialmente e
deve essere sempre prevista l’analisi istologica di quello che viene asportato.
Spesso, per le cisti infiammatorie, si riescono a recuperare i denti coinvolti eseguendo
apicectomie con sigillatura retrograda dei canali radicolari.
La corretta diagnosi ed un corretto trattamento prevengono complicanze e recidive.